Exergame: la riabilitazione diventa un gioco serio

La riabilitazione fisico-cognitiva rappresenta uno step fondamentale del processo di trattamento e cura di patologie croniche. I nuovi modelli organizzativi e gestionali, che pongono il paziente come elemento centrale della terapia, necessitano strumenti innovativi scientificamente validi, in grado di sodisfare le esigenze cliniche delle specifiche patologie e aumentare al tempo stesso l’engagement del paziente, ottimizzandone l’aderenza e l’efficacia terapeutica.

 

Tra le varie soluzioni che si affacciano sullo scenario della medicina riabilitativa spiccano gli Exergame, ossia quella categoria di videogiochi che uniscono l’esercizio fisico alla componente ludica insita nel gioco. Tramite gli Exergame è quindi possibile sia promuovere stili di vita attivi e sani, sia perseguire specifici obiettivi terapeutici in grado di migliorare o mantenere sotto controllo lo stato di salute del paziente.

 

La natura ludica del gioco permette di superare la mancanza di motivazione e le resistenze al trattamento spesso presenti nei pazienti, la presenza di tecnologie d’avanguardia consente di avere un tracciamento costante delle performance, rendendo possibile così verificare l’andamento dei progressi e di conseguenza personalizzare il trattamento.

 

Grifo multimedia, fortemente attiva sul fronte ricerca e sviluppo nell’ambito Salute e Benessere, ha sviluppato molteplici soluzioni tecnologiche per la riabilitazione fisico-cognitiva di pazienti affetti da patologie altamente impattanti (es. morbo di Parkinson, ADHD, BPCO, ecc.). Tramite il know-how acquisito attraverso progetti di ricerca nazionali ed internazionali, nonché tramite partnership con stakeholder del mondo clinico, Grifo offre soluzioni innovative in grado di sposare le necessità terapeutiche ancora insoddisfatte con le tecnologie più idonee a raggiungere l’obiettivo prefissato.

 

Proprio in questi giorni, due delle soluzioni sviluppate – Infinite Runner e Let’s dance – sono presentate alla 18esima edizione della conferenza internazionale INTERACT 2021, quest’anno è presente a Bari dal 30 agosto al 3 settembre, che rappresenta un importante scenario nel panorama dell’innovazione tecnologica e della ricerca scientifica nel quale sarà possibile dialogare con esperti del settore e raccogliere feedback su quanto sviluppato, nonché porre le basi per partnership strategiche per nuovi progetti in ambito Health and Wellbeing.

 

Iamhero è un ambiente di apprendimento game-based, da utilizzare in affiancamento alla terapia standard cognitivo-comportamentale per giovani pazienti affetti da ADHD (Attention Deficit Hyperactivity Disorder), al fine di potenziare l’efficacia del trattamento.

Elemento centrale di Iamhero sono i tre Exergame

  • Categorie topologiche,
  • Infinite runner
  • Space adventure,

 

utilizzati dal paziente in clinica sotto la supervisione del terapista. I game lavorano sulle stesse skill su cui lavora la terapia standard (ad esempio categorie topologiche, categorie semantiche, attenzione, capacità di attesa, pianificazione ecc.) e sono utilizzati per mezzo di attrezzature hardware all’avanguardia (visore per la realtà virtuale e attrezzatura motion sensing), permettendo al paziente di immergersi completamente nell’ambiente virtuale e di utilizzare il proprio corpo per l’esecuzione dei task.

Approfondimento accademico

 

All’interno del progetto Si-Robotics è stato invece sviluppato Let’s Dance, un Exergame che mira a supportare pazienti affetti da morbo di Parkinson lieve o moderato nei percorsi di riabilitazione, introducendo un nuovo approccio alla terapia basato su danza irlandese. Tramite l’utilizzo della danza è possibile perseguire obiettivi terapeutici specifici (es. resistenza fisica, capacità di coordinazione dei movimenti), nonché di aumentare il coinvolgimento dei pazienti nei processi riabilitativi.

Approfondimento accademico

 



Apri la Chat
Chatta con Noi
Ciao! 👋🏻 Come posso aiutarti?
Powered by
Copy link
Powered by Social Snap