Formare il personale di un’azienda attraverso un serious game? Ecco tutti i vantaggi

game-appTrasformare la formazione aziendale in un’esperienza stimolante e coinvolgente è una sfida per le aziende che operano in un mercato globale fortemente competitivo. Per fronteggiare le sfide di un mercato in continua evoluzione, bisogna puntare al cuore di una organizzazione: le risorse umane. La formazione dunque riveste un ruolo sempre più strategico poiché consente alle persone di migliorare e aggiornare le loro competenze e conoscenze. Il training tradizionale che sia in aula o attraverso l’eLearning, viene considerato per alcuni aspetti limitante in quanto stimola solo in parte il coinvolgimento dello studente. C’è quindi il bisogno crescente di rendere l’esperienza formativa sempre più coinvolgente, accattivante e divertente affinché i dipendenti di un’azienda possano davvero fare la differenza nel raggiungere gli obiettivi di business. È in questo contesto che si determina un crescente interesse aziendale verso la “gamification”, ossia l’adozione di un approccio che utilizza dinamiche di gioco applicandole alla formazione ma anche ad altri processi di business come marketing e recruitment.

Secondo alcune ricerche condotte da Gartner, entro il 2015 un quarto di tutti i processi aziendali verranno “gamificati”. Elise Olding, Research Director presso Gartner, in un articolo ci spiega come la gamification aiuti le organizzazioni a rendere il luogo di lavoro più coinvolgente e produttivo. Gli stessi incentivi che ispirano i giocatori a impegnarsi per raggiungere il livello successivo in un gioco elettronico possono anche ispirare i dipendenti a raggiungere un più elevato livello di prestazioni e di impegno. Quello che però resta uguale è la logica di fondo, ovvero la premiazione dell’utente attraverso punti o badge per le sue performance e per i risultati raggiunti ,

Quali sono dunque i vantaggi nell’implementare un processo formativo attraverso un serious game?

1. Miglioramento delle soft skills: rispetto ai tradizionali strumenti di formazione, il modello di apprendimento dei serious game è basato sulla scoperta individuale. L’utente apprende giocando e scoprendo i vari scenari che si prospettano durante le dinamiche di gioco. In questo modo, si aumenta l’impegno dell’utente durante il processo di formazione, si sviluppano le soft skills e, grazie a una partecipazione più attiva, si allena maggiormente la memoria a lungo termine.
2. Impatto sui comportamenti: l’ambiente di apprendimento di un serious game viene supportato dall’utilizzo di un avatar che attiva un modello di comportamento ideale/richiesto, che i giocatori tenderanno ad interiorizzare e ad imitare.
3. Miglioramento delle capacità di problem solving: il game-based learning consente agli studenti di risolvere problemi reali in contesti molto simili a quelli che vivono o che vivranno nella realtà professionale, sviluppando cosi la loro capacità di problem solving. A tale proposito una ricerca condotta da IBM sostiene che i serious game potrebbero essere un potentissimo supporto tecnologico all’apprendimento che aiuti a pensare in modo olistico e integrato per ricercare così le soluzioni più complesse. Il focus della ricerca IBM indaga il game-based learning come approccio in grado di sviluppare i migliori business leaders e rendere i team più produttivi e collaborativi.
4. Impatto sull’apprendimento: i serious game si avvalgono di una struttura narrativa che aiuta a codificare e memorizzare gli avvenimenti molto più efficacemente dei tradizionali strumenti di formazione. Gli studenti vivono in prima persona i concetti trasmessi dal gioco attraverso gli scenari di causa/effetto che si creano di volta in volta.
5. Migliora l’engagement e la motivazione: molte aziende riscontrano che l’approccio game-based learning applicato alla formazione aziendale contribuisce ad ottimizzare il coinvolgimento del personale migliorando le loro performance. Questo avviene perché i serious game offrono alle persone trama avvincente, feedback costante sui loro progressi e ricompense come trofei distintivi e riconoscimento pubblico. Il gioco però non è solo vincita. Nei serious game non mancano le opportunità di sbagliare, e di imparare dai propri errori, riprovando più volte fino a quando la lezione è stata recepita in modo corretto.

CatturaSecondo un report di ricerca M2 – Gamification nel 2012 il 56% delle aziende che hanno acquistato soluzioni di game sta sperimentando un incremento nel coinvolgimento e nella motivazione degli utenti.
A questo punto vi starete chiedendo che fine fa la collaborazione e l’interazione di un team, tipica di un corso di formazione tradizionale.
In realtà tutto ciò non viene perso, anzi. Grazie anche agli elementi social a disposizione, è possibile condividere punteggi e soluzioni, e questo spinge gli utenti a creare una vera e propria community, per niente diversa da un ‘gruppo reale’, entro cui maturare uno spirito di squadra.

 

 

 

 

Condividi:
FacebookTwitterLinkedIn