Le 5 priorità di HR per cavalcare l’onda della Digital Transformation

Nell’immaginario comune la digital transformation viene quasi sempre associata alla tecnologia e più in generale ai percorsi tecnologici che portano alla trasformazione digitale. Nella realtà il processo di trasformazione digitale trascina con sé un cambiamento radicale ed organizzativo che coinvolge in primis le il capitale umano. Sono le persone i veri attori del cambiamento.
I principali paesi industrializzati si sono già attivati a supporto dei settori industriali nazionali in modo da cogliere appieno l’opportunità del fenomeno rivoluzionario definito “Industria 4.0”. L’Italia ha sviluppato un “Piano nazionale Industria 4.0 2017-2020” che intende promuovere la digitalizzazione delle imprese italiane. Secondo la ricerca Gartner 2018, infatti, 1,7 trilioni di dollari saranno spesi dalle aziende solo ed esclusivamente in innovazione, nel corso dell’anno 2019. Sempre secondo la ricerca sopra citata, il 67% degli imprenditori concorda sul fatto che la loro azienda, per rimanere competitiva, dovrà subire un importante processo di digitalizzazione entro il 2020.
Un processo questo che necessita di essere gestito, coinvolgendo soprattutto le persone. Occorre quindi porsi degli obiettivi chiari, formare le risorse interne, attrarre nuovi talenti digitali e introdurre la tecnologia migliore per poterli raggiungere. In questo scenario, diventa cruciale il ruolo della direzione HR. Sono loro, infatti, che selezionano i collaboratori aziendali, che li formano e che li trasformano in validi alleati ed attori principali per accompagnare l’impresa verso la digitalizzazione.
Come riporta lo studio condotto da Gartner, i responsabili delle risorse umane devono affrontare 5 priorità per portare la digitalizzazione in modo corretto all’interno della loro organizzazione:

  1. Attirare talenti con skill digitali;
  2. Ottenere migliori informazioni sui dipendenti verificandone le skill e attuando piani di formazione mirati;
  3. Allenare i manager a sviluppare le capacità digitali del team;
  4. Migliorare la tecnologia al fine di rendere autonomi gli impiegati;
  5. Cambiare la mentalità e l’approccio verso le tecnologie digitali.

 

La ricerca di Gartner evidenzia quanto sia ancora lontana questa visione del rapporto tra CHRO e dipendenti. Il 40% dei manager ritiene che la gestione della forza lavoro non sia efficace e al passo con i tempi, percezione condivisa anche dalla maggior parte dei dipendenti stessi. Per risolvere questa situazione la funzione HR deve assumere nuove risorse con forti competenze digitali e formare le risorse già presenti in azienda fornendogli tutti gli strumenti per affrontare la trasformazione. In questo senso la ricerca conferma che, oltre il 95% dei responsabili HR sta mettendo in atto importanti investimenti economici volti a favorire la crescita professionale.
La vera innovazione che accompagna l’organizzazione verso la digital transformation è legata allo scambio tra le nuove risorse, con elevate skill digitali, con quelle già presenti in azienda, adeguatamente aggiornate, che conservano la memoria storica dell’organizzazione stessa.

Da questo binomio il reparto HR otterrà nuove idee, nuovi progetti, nuovi processi e cultura totale verso l’innovazione. L’ottica Human Centered e l’utilizzo di approcci e tecnologie digitali per creare valore per l’uomo a tutto tondo permetterà di creare valore per il business aziendale e alla funzione HR di porsi così di nuovo, legittimamente, al centro del contesto organizzativo.

Condividi:
FacebookTwitterLinkedIn