MATCHING 2013: un’esperienza da valorizzare.

1454569_550117168414594_49964675_nSi è conclusa da poco la tre giorni del Matching, la fiera milanese che punta a “matchare” domanda e offerta di circa 1500 aziende italiane ed europee. Grifo multimedia, alla sua terza partecipazione, anche quest’anno ha cercato di valorizzare al massimo gli incontri con aziende pubbliche e private scambiando con loro idee e proposte per sviluppare business e progetti di partnership.
Nonostante il difficile momento che il nostro Paese e gli imprenditori italiani vivono, circa 1500 imprese hanno accolto la sfida del Matching e della CDO di continuare a credere nelle sinergie comuni e nell’opportunità di scambiare idee e progetti per innovarsi e competere sul mercato.
Grifo ha incontrato circa 30 aziende provenienti da tutte le regioni d’Italia e raccontato alla platea del Distretto Sanità l’esperienza che da circa due anni sta vivendo nel progetto di ricerca UbiCare durante un workshop.foto 1
Tante le opportunità di scambio e le relazioni formali ed informali che ci hanno arricchito personalmente e professionalmente, aprendo la strada ad una serie di possibili sviluppi di business e di collaborazioni che dal giorno dopo diventano il valore dell’investimento affrontato.
Un clima dinamico e curioso è stato il comune denominatore di operatori, professionisti, imprenditori durante i tre i giorni. Tante le idee e gli spunti che sono stati presentati durante i numerosi workshop a cui abbiamo partecipato. Confermati i trend dell’innovazione delle soluzioni ICT per il settore sanità e l’importanza, soprattutto per le PMI, di fare rete, sotto forma di consorzi o reti d’impresa per far fronte alle sfide di nuovi mercati.

IMG-20131126-WA0001Ora il cammino è tutto in salita e da costruire, bisogna attivare contatti e relazioni per individuare le strade percorribili perché la frase più ricorrente che circola nei corridoi, nei workshop, negli eventi post fiera della fiera è: Il vero matching comincia dal giorno dopo, quando si torna a casa!

Condividi:
FacebookTwitterLinkedIn