Passepartout: un aiuto alle imprese che vogliono crescere.

PASSPARTOUTDalla Regione Puglia in arrivo un aiuto alle imprese che vogliono crescere attraverso la possibilità di avvalersi di competenze strutturate di esperti del settore di interesse.
Grifo multimedia ha partecipato al bando PASSEPARTOUT  con il progetto “Gam.e-Learning: innovare l’apprendimento con i giochi digitali (G.e-L)” orientato ad implementare servizi di ideazione, progettazione, sviluppo e sperimentazione di serious game.
Grifo vuole acquisire le conoscenze e le pratiche da declinare in meccanismi di innovazione di prodotto e di processo in grado di promuovere e sviluppare “prodotti” che hanno la capacità di impattare in modo sensibile e significativo sui processi di apprendimento nei più svariati contesti formativi (educativi e aziendali).
Da tempo ci siamo resi conto che per affrontare le sfide del mercato della formazione e dell’appredimento  sequenziale in ambienti formativi e aziendali occorreva far evolvere la nostra offerta dai servizi e-learning, seppur tarati su contenuti e tecnologie all’avanguardia, a modelli di formazione che offrissero e innescassero dinamiche di maggiore partecipazione e socializzazione nei processi di apprendimento stessi.  Il mondo della gamification ci offre diversi spunti di cui vi abbiamo già parlato qui.
Sulla base di queste riflessioni Grifo ha individuato tre assi di investimento :
-Supporto all’innovazione: analisi di marketing tecnologico inerente allo scenario di riferimento;
-Supporto tecnico: analizzare, diffondere e valorizzare informazioni tecniche utili per la crescita aziendale per definire coerentemente strategie aziendali pianificate;
– Supporto metodologico: apprendere metodi collaborativi di sviluppo di idee/prodotto e di risoluzione creativa dei problemi applicati all’innovazione gaming.
Grifo a compimento di queste attività si pone gli obiettivi di aumentare le proprie competenze nei processi di ideazione e sviluppo di concept di serious game per definire un concept di gioco digitale da applicare ad uno specifico settore d’intervento (ad es., sanità, rete vendita, soft skills) su cui l’azienda di volta in volta decide di affrontare. Questo ci permetterà non solo di crescere strategicamente e strutturalmente nell’ambito della formazione continua sviluppando competenze metodologiche e tecnologiche a supporto del settore ma ci consentirà di aumentare la nostra competitività in uno scenario di mercato che oggi vede pochissime aziende presenti e quindi un forte margine di sviluppo. Il progetto presentato è stato ritenuto idonea e quindi ammesso a finanziamento.

Condividi:
FacebookTwitterLinkedIn