Pin Bike, l’app che ti premia pedalando!

Hai mai pensato di lasciare la macchina in garage e recarti a lavoro in bicicletta? Bene, con Pin Bike hai un motivo in più per farlo! Scopriamo insieme perché.

Pin Bike è un’ app che premia chi al posto delle quattro ruote, usa la bicicletta come mezzo di trasporto quotidiano per recarsi a lavoro o a scuola.

Ideata da due appassionati ciclisti pugliesi e sviluppata con il know-how digital di Grifo multimedia; Pin Bike è uno dei primi progetti che propone in Italia un sistema auto-incentivante basato sull’uso della bicicletta e sulla sua conversione in benefit. Grazie a un dispositivo hardware montato sulla ruota della bici, ogni pedalata viene registrata, geolocalizzata e certificata: garantendo di non farsi trarre in inganno dal semplice movimento delle ruote, il dispositivo brevettato emette un conteggio dei chilometri pedalati che equivale a dei puntiScreenshot app (002)

Più pedali, più raccogli punti che potrai convertire in beni che verranno elargiti da chi fa parte della community Pin Bike. Aderiscono alla community Pin Bike aziende che incentivano i dipendenti motivati a recarsi a lavoro in bicicletta, negozi e ristoranti, che offrono sconti o buoni pasto, ma anche enti pubblici che in cambio possono decurtare tasse locali o concedere altri piccoli privilegi. Nello specifico, alle Amministrazioni Comunali si propone un progetto innovativo per incentivare la mobilità urbana in bicicletta rilasciando buoni mobilità, nella sicurezza di avere tra le mani un sistema anti-frode, alla base del brevetto proprietario. Inoltre, si incentiva l’economia locale e di prossimità perché il buono economico dato al cittadino può essere speso esclusivamente nelle attività commerciali della città che aderisce. E, non da meno, si offre alla pubblica amministrazione una piattaforma evoluta per il monitoraggio e la pianificazione del traffico urbano, con la possibilità di effettuare query multiple e dinamiche. Il progetto partirà dal prossimo mese nella prima grande metropoli: Bari. Il Comune, tramite il sistema Pin Bike, rimborserà ai cittadini fino a 20 centesimi a chilometro per l’utilizzo della bici in ambito urbano. foto prodotti Pin Bike (002)

Così entrando nella logica del do ut des, ognuno ha qualcosa da guadagnare: le aziende in immagine “eco friendly” ed in mancate spese per mantenere parcheggi e servizi simili, tutti i tipi di negozianti, ristoratori o fornitori di servizi per la possibilità di attrarre e fidelizzare nuova clientela, gli enti pubblici per il risparmio che porterebbe lo sgombero delle strade. Il tutto basato sul principio del gioco: la gamification è anche questo, ossia il tradurre un’azione reale in qualcosa di virtuale che poi, a sua volta, innesca altri circoli, in questo caso, virtuosi.

 

 

Condividi:
FacebookTwitterLinkedIn