Save the date! VR INNOVATION DAYS, Milano venerdì il 27 gennaio.

Locandina_solo_MilanoDopo l’incremento di adesioni ricevute per le due giornate di demo su Torino, Soges e Grifo decidono di organizzare l’evento anche su Milano il giorno 27 gennaio a partire dalle ore 9.

Tutti i partecipanti potranno indossare il visore HTC Vive e vivere un’esperienza dove il confine tra reale e virtuale è appena percepibile. HTC Vive è un dispositivo di realtà virtuale progettato da Valve in collaborazione con HTC e da pochi mesi presente sul mercato. Questo dispositivo non solo permette di vedere il mondo virtuale mediante un visore ottico, ma grazie ad una nuova tecnologia chiamata “room scale” trasforma l’ambiente che circonda l’utente in uno spazio 3D in cui può muoversi quasi liberamente.

Questa nuova tecnologia associata ad un tracking dei movimenti della testa e a dei comandi di gioco che simulano il movimento delle mani, trasforma la realtà virtuale in un’esperienza particolarmente immersiva e coinvolgente, permettendo all’utente di interagire in maniera quasi completa col mondo di gioco. HTC Vive risulta essere una soluzione perfetta per l’uso in contesti di simulazione, consentendo la riproduzione di situazioni reali in contesti controllati. Abbiamo immaginato quali potrebbero essere le applicazioni future in diversi ambiti applicativi, tra cui:

  1. Progettazione e prototipazione: questa applicazione trova il suo sviluppo nelle aziende del settore metalmeccanico, siderurgico o industriale per simulare l’assemblaggio di macchinari o componenti auto e ancora per riprodurre cosa potrebbe accadere in caso di un incendio in contesto industriale. Il settore automotive, sta sperimentando la tecnologia VR già da diverso tempo. Molte aziende automobilistiche sfruttano alcune funzionalità della realtà virtuale per mostrare, attraverso fotografie e filmati, gli interni del veicolo e tutti i comfort offerti: dagli airbag fino al navigatore satellitare. Ma non finisce qui! Per i produttori del settore automotive è fondamentale mostrare ai futuri acquirenti le potenzialità delle auto: grazie alla realtà virtuale possono allestire degli show room virtuali e presentare nuovi modelli.
  2. Formazione aziendale: È facile ipotizzare che, in un futuro non molto distante, i visori VR facciano il loro ingresso all’interno della formazione aziendale. Grazie alla realtà virtuale infatti, i discenti potranno testare un’esperienza educativa più immersiva e coinvolgente. Pensate alla formazione sulla sicurezza. La VR station potrebbe simulare casi di pericolo che potrebbero verificarsi in fabbrica o in ufficio.
  3. Retail & commercio: quante volte abbiamo acquistato un capo di abbigliamento da un portale di e-commerce e abbiamo dovuto restituirlo perché la taglia non era quella giusta? la taglia errata è la motivazione citata con maggior frequenza dai clienti che restituiscono capi d’abbigliamento acquistati online. I camerini digitali potrebbero essere la soluzione a questo problema. Grazie alla realtà virtuale, gli acquirenti via web potrebbero provare digitalmente i capi che vorrebbero acquistare e controllare se la taglia è quella giusta.
  4. Salute e cura della persona: grazie alla realtà virtuale i chirurghi possono “esplorare il corpo” di una persona prima di entrare in sala operatoria e trovare la maniera meno invasiva per operare.

Adesso non vi resta che sperimentare dal vivo questi nuovi mondi virtuali. Vi aspettiamo venerdì 27 gennaio in via Aurelio Saffi 12.

Per partecipare è necessario specificare la propria adesione indicando lo slot di preferenza (9.00 – 11.00; 11.00 – 13.00; 14.00 – 16.00; 16.00 – 18.00) al seguente indirizzo: comunicazione@grifomultimedia.it.

Condividi:
FacebookTwitterLinkedIn