Smart manufacturing & innovazione digitale dei processi: al via il progetto C-LAB 4.0

industry 4.0Il progetto C-LAB 4.0Competences Lab for Industry 4.0, di cui Grifo multimedia è capofila, ha iniziato le sue attività con il kick-off meeting, tenutosi a Bari lo scorso 1 febbraio. Si tratta di un progetto particolarmente calato nello scenario in rapida evoluzione del mondo industrializzato occidentale, in quanto si inscrive nelle grandi trasformazioni in atto nell’industria con la quarta rivoluzione industriale (appunto, Industria 4.0). Lo Smart Manufacturing, l’innovazione digitale nei processi dell’industria, è un processo in corso che porterà alla produzione industriale del tutto automatizzata e interconnessa. Le nuove tecnologie digitali avranno un impatto crescente sulla centralizzazione delle informazioni e la loro conservazione (portando alla ribalta concetti come big data, open data, Internet of Things e cloud computing). Sempre più importanti diventeranno anche l’analisi dei dati, e il passaggio dal digitale al reale attraverso manifattura additiva, la stampa 3D, la robotica, le comunicazioni, le interazioni machine-to-machine e le nuove tecnologie per immagazzinare e utilizzare l’energia in modo mirato, razionalizzando i costi e ottimizzando le prestazioni.

In questo scenario si colloca il progetto C-LAB 4.0, che ha come obiettivo progettare e sviluppare un ambiente di apprendimento game-based che presenti simulazioni contestualizzate alla specifica realtà aziendale e allo specifico ruolo dei propri utenti, finalizzato all’acquisizione e il potenziamento di competenze in linea con l’attuale processo di Industria 4.0. Questo ambiente di apprendimento verrà testato attraverso un caso applicativo concreto, un gioco di simulazione orientato alla formazione del personale per la progettazione dei motori per le automobili. Verranno sviluppati anche cinque corsi e-learning su argomenti selezionati tra quelli raccomandati dal Ministero dello Sviluppo Economico per la realizzazione del processo di trasformazione tecnologica e digitale delle imprese previsto dal “Piano nazionale Impresa 4.0”.

Gli utenti finali a cui si rivolgerà il prototipo C-LAB 4.0 sono soggetti che si affacciano per la prima volta al mondo del lavoro (studenti della scuola dell’obbligo in uscita), e soggetti da ricollocare nel mercato del lavoro, con probabilità di successo aumentate grazie alla riqualificazione delle loro competenze. In particolare, data la presenza nel partenariato del Centro Ricerche FIAT e dei rappresentanti dell’industria meccatronica, l’utenza finale specifica sono studenti e lavoratori nel settore della meccatronica, a cui sarà destinato il caso applicativo prescelto.

Il progetto C-LAB 4.0 durerà diciotto mesi, e ha un piano di lavoro molto ambizioso. Si comincerà con l’analizzare i fabbisogni dell’utenza finale; verrà poi co-progettato con la loro partecipazione l’ambiente di apprendimento C-LAB 4.0 secondo il modello del Participatory Design. Una volta sviluppato, il prototipo verrà testato con un campione di utenti finali, e verrà poi presentato in modalità Demo Lab pubblico.

Il partenariato comprende una giusta calibrazione tra imprese, enti di ricerca, e rappresentanti dell’utenza finale. Oltre a Grifo multimedia, capofila, sono presenti le imprese FARWEB, ULIXES, AULAB, il Centro Ricerche FIAT, due organismi di ricerca accademici come il Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell’Informazione (DEI) del Politecnico di Bari, e il Laboratorio TELL (Technology-Enhanced Learning Laboratory) del Dipartimento di Informatica dell’Università degli Studi di Bari. Infine, come rappresentante dell’utenza finale, partecipa a C-LAB il MEDISDIH, Distretto Meccatronico Regionale e Digital Innovation Hub della Puglia.

C-LAB 4.0 è un progetto finanziato nell’ambito del POR Puglia FESR FSE 2014-2020 – Sub-Azione 1.4.b “INNOLABS – Sostegno alla creazione di soluzioni innovative finalizzate a specifici problemi di rilevanza sociale”.

Condividi:
FacebookTwitterLinkedIn