TAKO DOJO, il gioco digitale di Grifo multimedia per la gestione del diabete, sarà in mostra alla Game Art Exhibition di Pechino

Grifo multimedia è orgogliosa di annunciare che il game TAKO DOJO è stato selezionato per essere incluso nella Game Art Exhibition organizzata a Pechino dalla Central Academy of Fine Arts (CAFA), una istituzione supportata e finanziata dal Ministero della Cultura della Repubblica Popolare Cinese e dal China National Arts Fund. La mostra, organizzata in l’occasione delle celebrazioni del centenario della CAFA, si terrà dal 7 settembre all’8 ottobre 2018 (website: http://en.cafa.com.cn/).

La Game Art Exhibition ha come obiettivo presentare al pubblico cinese i digital game, mettendo in rilievo come l’integrazione dei diversi aspetti, cultura, arte grafica e tecnologia, assegni un valore aggiunto all’oggetto gioco che va oltre il semplice scopo di intrattenimento.

L’invito a partecipare con Tako Dojo alla Game Art Exhibition di Pechino ci è giunto tramite Pamela Kato, già Professor of Serious Games presso l’Università di Coventry nel Regno Unito, e partner del progetto europeo Horizon 2020 PERGAMON che Grifo multimedia ha guidato, e in cui è stato sviluppato il prototipo del gioco.

TAKO DOJO è disponibile gratuitamente in versione Android e iOS su Google Play e App Store (www.takodojo.com ). Ispirato alla cultura e tradizione Giapponese, il game è ambientato in un mondo fantastico popolato dai piccoli Tako (polpo in Giapponese) i quali devono mantenere in equilibrio la propria “energia G” (glicemia) facendo esercizi nel Dojo (palestra).

La game app è stata personalizzata per integrare i glucometri dell’azienda farmaceutica A. Menarini Diagnostics in modo da riportare automaticamente le misurazioni glicemiche nel diario glicemico del giocatore. In questo modo TAKO DOJO trasforma attività noiose e ripetitive in dinamiche di gaming fornendo così ulteriore motivazione a compiere con regolarità i trattamenti previsti per la gestione autonoma e responsabile del diabete.

Condividi:
FacebookTwitterLinkedIn